Posts Tagged 'presidio'

PRESIDIO OGGI ORE 18.00

 

Stop all’intervento militare

Stop ai bombardamenti

In Europa e nel Mediterraneo soffiano i venti di guerra.

Il via libera alla no-fly zone ha dato fiato alle trombe di chi non vedeva l’ora di dimostrare una” responsabilità” europea finora dimenticata, mettendo a disposizione basi, aerei e soldati.

Non c’è traccia, invece, delle  impegnative parti della risoluzione ONU legate all’iniziativa politica.

Le azioni militari vengono giustificate da ragioni umanitarie: è una menzogna.

La verità è un’altra: i raid hanno come obiettivo un cambio di regime in Libia per il controllo del petrolio, come è già avvenuto in Iraq.

Si tratta in realtà di una aggressione che metterà in ginocchio la Libia, il suo popolo e annienterà il processo democratico iniziato sull’onda delle lotte democratiche  e di massa che hanno cacciato in Tunisia ed Egitto governi autoritari e liberticidi.

Siamo a fianco del popolo libico in lotta contro il dittatore, ma pensiamo che non lo si aiuti con un intervento militare che colpisce le città.

In due mesi di rivolte e rivoluzioni, l’Europa non ha fatto altro che porsi il problema di come bloccare l’arrivo dei profughi, alimentando un clima di paura e odio nei confronti di chi scappava da paesi attraversati da forti conflitti sociali e militari.

Chiediamo l’immediato cessate il fuoco.

Per questo è necessario tornare in piazza per un’ampia mobilitazione contro la guerra, contro  il dittatore libico, contro questo ennesimo intervento militare, a sostegno delle esperienze democratiche del Maghreb e del Mashrek, per difendere il diritto all’accoglienza dei profughi.

Su questi contenuti invitiamo tutti/e i cittadini e le cittadine a mobilitarsi partecipando   al presidio di domani 22 alle ore 18 in San Babila.

Promuovono

Arci

Fiom

Federazione della sinistra

Italia dei Valori

Sinistra Ecologia e Libertà

Aderiscono

Emergency

Cala il buio su Senago

Le vasche le vogliono fare. La giunta regionale della Lombardia e la Provincia di Milano, hanno tutte le intenzioni di realizzare le vasche di laminazione del torrente Seveso a Senago valendosi del commissario straordinario all’emergenze che, con ogni probabilità, sarà eletto ad hoc dalla maggioranza di centro destra.

Rifondazione Comunista di Senago si schiera a fianco del Comitato Senago Sostenibile in questa lotta per dichiarare il proprio NO alle VASCHE di LAMINAZIONE e per la salvaguardia nel nostro territorio che vogliamo mantenere allo stato attuale, SENZA ALTRO CEMENTO!

Nella foto, il primo dei presidi organizzati dal Comitato Senago Sostenibile avvenuti domenica 12 e domenica 19 dicembre ed a cui Rifondazione Comunista ha aderito. Moltissime le presenze presso i banchetti e nutrita la raccolta firme che ne è risultata.

Presidio in Piazza San Babila per chiedere le dimissioni di Berlusconi

Popolo Viola, Rifondazione Comunista aderisce e partecipa al presidio in Piazza San Babila per chiedere le dimissioni di Berlusconi

Milano, 8 novembre 2010. In merito al presidio organizzato dal Popolo Viola per chiedere le dimissioni di Berlusconi (ore 18 in Piazza San Babila a Milano), il Segretario provinciale di Rifondazione Comunista-Federazione della Sinistra, Antonello Patta, ha dichiarato:

“Il Governo Berlusconi è ormai al capolinea e rischia di trascinare nell’abisso un paese già in ginocchio e senza prospettive. Impunità, disprezzo delle regole democratiche, odio nei confronti di chi è “diverso”, assenza di qualsiasi politica pubblica per il lavoro e l’ambiente, sono la pesante eredità di una maggioranza che in questi giorni sta andando in frantumi di fronte al fallimento delle sue stesse promesse. PDL e Lega lasciano in eredità all’Italia una situazione di pesante crisi, non solo economica, ma anche morale e civile. Una crisi sempre negata, che oggi invece viene scaricata sui soggetti che più di altri ne hanno già pagato le conseguenze: lavoratori, giovani e pensionati. Per uscire da questa situazione di estremo degrado che colpisce le istituzioni democratiche del nostro paese, è necessaria la più ampia mobilitazione possibile di tutte le forze politiche e sociali, per chiedere le dimissioni del Governo Berlusconi-Bossi-Tremonti e avviare un grande processo di ricostruzione civile e democratica dell’Italia, a partire dal rispetto e dalla piena attuazione dei principi e dei diritti sanciti dalla Costituzione. Per queste ragioni e con lo stesso spirito unitario con cui abbiamo partecipato al No-B-day, saremo presenti alla mobilitazione lanciata per questa sera dal Popolo Viola di Milano”.


Rifondazione c’è!

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

Calendario delle pubblicazioni

novembre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930