Posts Tagged 'forza nuova'

La Repubblichina del terzo millennio

La Repubblichina del terzo millennio – Moni Ovadia (dal sito de L’Unità http://leparole-ipensieri.com.unita.it/mondo/2013/08/31/la-repubblichina-del-terzo-millennio)

Alcuni amici dell’Anpi mi segnalano che sul sito del quotidiano il «Giorno» del 13/08/2013, nelle pagine milanesi, sono comparsi questi titoli e sottotitoli: «Antisemiti, xenofobi e nostalgici. L’Internazionale dell’estrema destra. Il Festival Boreal a settembre: i movimenti si danno appuntamento qui», dove per «qui» si intende l’hinterland milanese. Segue poi, a firma di Nicola Palma, il seguente articolo di cui riporto la prima parte: «Il tam tam è partito qualche giorno fa sul web. Le adesioni sono pronte. Si scaldano i gruppi musicali invitati all’evento. Ci sono anche le date: 12, 13 e 14 settembre. Manca solo il luogo e non c’è da meravigliarsi quando si parla di raduni di neofascisti. Di certo si sa che migliaia di militanti dei movimenti dell’estrema destra di mezza Europa si sono dati appuntamento dalle parti di Italia-Milano Nord, come riporta genericamente il manifesto della seconda edizione del Festival Boreal. Uno spazio nella periferia metropolitana o un Comune dell’hinterland? Presto per saperlo. “Se non vieni non potrai mai dire ai tuoi nipoti: io c’ero”, lo slogan sulla pagina Facebook della sezione locale di Forza Nuova, che sta allestendo la kermesse in grande stile. Basta consultare l’elenco dei partecipanti per accorgersi che sta per andare in scena una sorta di Internazionale nera del Terzo Millennio. Si comincia dal Movimento della gioventù delle 64 contee, movimento ungherese che richiama sin dal nome l’ex impero austroungarico e reclama l’antica estensione della Grande Ungheria: l’ideologo si chiama Laszlo Toroczkai, militante del partito antisemita Jobbik (47 seggi nel Parlamento nazionale e tre a Strasburgo); xenofobo, fa parte di una formazione paramilitare denominata “Esercito dei fuorilegge” e sostiene che “Hitler è stato un politico di calibro europeo il cui apprezzamento deve ancora arrivare”».
Nella seconda parte del pezzo prosegue l’elenco dei partecipanti con la sintesi dei loro programmi e proclami «politici». Ci risiamo. Naturalmente, e giustamente, sono già state espresse le proteste dell’Anpi e di altre associazioni antifasciste contro il raduno. Ma, proteste a parte, c’è la necessità di dare risposta ad una domanda di giustizia che rimane inevasa in gran parte d’Europa e, con particolare nonchalance in Italia, Paese le cui istituzioni pullulano di fascisti irredenti o di opportunisti della pacificazione. I cantori di «legge e ordine», concedono libera riunione a chi propaganda e vorrebbe pianificare il genocidio di rom, ebrei, gay e menomati, la supremazia della razza bianca, l’islamofobia, il totalitarismo come forma di governo e altre amenità del genere mentre vogliono il detentore di un po’ di hashish in galera. Perché? Provo a dare una risposta: perché evidentemente in Italia vendere un po’ di sballo è molto peggio che essere nazifascisti. Questa è la «Repubblichina» che siamo.

FORZA NUOVA, PATTA (PRC-FDS): “IL PRESIDIO ANTIFASCISTA SI FARÀ. NO AD ASSURDE EQUIPRAZIONI CON GRUPPUSCOLI NEOFASCISTI”

Milano, 16 dicembre 2010. In merito al presidio indetto per sabato 18/12 contro l’apertura della sede di Forza Nuova in Corso Buenos Aires a Milano, il Segretario provinciale PRC-Federazione della Sinistra, Antonello Patta, ha dichiarato:

“Il presidio di sabato 18 contro l’inaugurazione della sede di Forza Nuova in Corso Buenos Aires si farà, nonostante l’annunciata diffida della Questura di Milano, ad oggi non ancora notificata alle tante organizzazioni democratiche e antifasciste promotrici dell’appuntamento. Se venisse confermato questo divieto, ci troveremmo di fronte ad una assurda e irresponsabile equiparazione tra un  gruppuscolo neofascista e un ampio arco di forze democratiche, tra cui spiccano i nomi di ANPI, ANED, ARCI, CGIL,  Federazione della Sinistra, PRC, PD e altre organizzazioni politiche e sociali.

Fino ad oggi la mobilitazione ha ottenuto un primo importante risultato, con la notifica da parte del Comune di Milano della cancellazione della disponibilità all’apertura della sede presso quei locali. Nonostante ciò, Forza Nuova ha confermato l’intenzione di occupare illegittimamente quegli spazi pubblici, ottenendo l’appoggio di alcuni rappresentanti istituzionali del PDL, tra i quali il consigliere comunale Aldo Brandirali e la consigliera provinciale Roberta Capotosti.

Nuovamente si tenta di infangare la storia antifascista della città medaglia d’oro della Resistenza, e ancora una volta il centrodestra, che il Presidente del Consiglio vorrebbe “moderato”, foraggia apertamente gruppi dell’estrema destra milanese.

Come Federazione della Sinistra e Rifondazione Comunista, tra i promotori dell’appuntamento, riconfermiamo il Presidio previsto per sabato 18 dicembre alle ore 14.30 in Piazza Oberdan, invitando i democratici e gli antifascisti milanesi ad un’ampia partecipazione, per difendere la democrazia, la Costituzione nata dalla Resistenza e impedire la riscrittura della storia del nostro paese”.

APPUNTAMENTO SABATO 18 DICEMBRE ALLE 14.30 IN PIAZZA OBERDAN

 

Sabato 18 dicembre manifestazione antifascista

A TUTTE LE CITTADINE E I CITTADINI DI MILANO CHE SI RICONOSCONO NEI VALORI DELLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA NATA DALLA LOTTA DI RESISTENZA PER LIBERARE IL NOSTRO PAESE DALLA DITTATURA NAZI-FASCISTA

Abbiamo appreso la notizia dell’apertura in Corso Buenos Aires a Milano di una sede di Forza Nuova, in un locale di proprietà dell’Amministrazione Comunale di Milano.

Come ben sapete, Forza Nuova,  è una organizzazione di stampo neo-fascista.

Tale notizia lascia tutti noi, cittadini democratici e antifascisti, sgomenti e preoccupati per la gravità e la portata di tale iniziativa che si colloca a ridosso della commemorazione dell’eccidio di Piazza Fontana.

Ancora una volta si prova ad infangare la memoria di Milano città medaglia d’Oro della Resistenza autorizzando e riconoscendo  spazi organizzativi e politici a forze che hanno sempre osteggiato la democrazia e la nostra Repubblica nata dalla Resistenza antifascista.

Noi non intendiamo assistere a questo scempio.

Noi non possiamo e non vogliamo stare fermi; non si può non vedere in questo gesto di Forza Nuova una provocazione politica che rischia di alimentare tensioni di cui francamente la nostra città e la nostra democrazia non ne ha bisogno.

Per questo chiediamo a tutti coloro che intendono opporsi in tutti i modi e in tutte le forme democratiche, e nel rispetto delle nostre leggi, di sostenere queste nostre ragioni!

Chiediamo al Comune di Milano, alla Questura ed alla Prefettura , un intervento immediato per  impedire l’apertura della sede di Forza Nuova.

A sostegno delle nostre richieste viene indetta una manifestazione cittadina per il giorno

SABATO 18 DICEMBRE 2010

Hanno già aderito:

Anpi Milano                                                              Osservatorio Democratico sulle nuove Destre

Anpi Varzi                                                                            Partito Democratico

Anpi Voghera                                                                      Partito dei Comunisti Italiani

Arci Milano                                                                           Rifondazione Comunista

Associazione Adesso Basta                                             Sinistra Ecologia Libertà

Associazione Archivio del Lavoro                                    Unione degli Studenti

Associazione Punto Rosso

Casa della Cultura Milano

CGIL Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Federazione della Sinistra

Fiap

Fondazione Aldo Aniasi

Italia dei Valori

Libera Milano

Memoria Antifascista coordinamento Milanese


Rifondazione c’è!

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

Calendario delle pubblicazioni

dicembre: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031