La realtà ben oltre ogni più tetra immaginazione

Discutendo di immigrazione, sempre più spesso la vulgata popolare finisce per parlare inevitabilmente ed ignobilmente di terrorismo. Sarà perchè indotta dalle dotte elucubrazioni di Matteo Salvini o di Daniela Santanchè ed altri fenomeni che si aggirano per il bestiario politico di casa nostra. O forse  sarà perchè la natura un po’ xenofoba che è dentro ognuno di noi non vede l’ora di emergere in tutta la sua grassa ignoranza.

Così davanti all’ennesima strage che si manifesta nel canale di Sicilia, quando dal Nord Africa migliaia di uomini, donne e bambini cercano la fuga attraversando il Mar Mediterraneo, ci troviamo al cospetto delle più bieche ed abiette strumentalizzazioni politiche. Chi insegue la valutazione dei costi per l’ospitalità dei migranti, chi inizia ad arruolarli armi e bagagli nel lotto degli invasori che presto taglieranno gole e chi valuta il da farsi ricorrendo immediatamente a proposte belligeranti, chiedendosi perchè l’Europa non sia capace di dare un minimo cenno.

Ed allora arriva garrulo il Presidente del Consiglio italiano, tale Matteo Renzi, che dichiara a gran voce che il vecchio continente ha finalmente ascoltato le preci e le richieste della misera Italietta.

 

Ma cosa siamo andati a chiedere all’Europa ? Abbiamo chiesto che si posssa ripristinare Mare Nostrum con mezzi e finanziamenti gestiti e dosati dall’Unione Europea ?? Abbiamo chiesto che la politica dell’accoglienza diventi basilare per affrontare le difficoltà di chi fugge da paesi in guerra per vincere le persecuzioni, le carestie, la fame, le malattie ed i genocidi ??

Niente di tutto questo !! L’Europa ha finalmente ascoltato il Premier italiano ed il suo ministro degli Interni Angelino Alfano che si sono fatti portatori di una proposta realmente dirimente e capitale. L’Italia chiede la collaborazione internazionale, di ONU, della UE e di altri soggetti perchè è intenzionata a bombardare ed affondare i barconi che servono per il traghettamento dei migranti dalle coste libiche a quelle italiane !! Tutto questo non avviene con un governo presieduto da Salvini, che minaccia un giorno sì e l’altro pure di dare fuoco ai campi rom, ma con il governo del PD di Renzi, che alcuni si ostinano ad imbarcare tra le forze di centrosinistra del nostro misero paese.

Sarebbe bello che la comunità internazionale fosse oggi in grado di valutare gli effetti delle malaugurate ed indicibili pruriginose voglie di conflitto alimentate 3 anni or sono partecipando insieme a Sarkozy ed altri benefattori del civile occidente alla spedizione in Libia. Si eliminò sicuramente un dittatore sanguinario come Gheddafi, ma senza la benchè minima capacità di comprendere quale tipo di situazione e di scenario post-bellico avremmo generato. Da notare che proprio tre anni fa in chiave anti-Gheddafi i primi nuclei dell’ISIS vennero foraggiati ed addestrati dal’occidente così munifico e generoso, ma anche così strabico. Oggi si piange per Charlie Hebdo e per altri attentati kamikaze in Europa ed altrove. Allora si partì invece lancia in resta perchè le commesse libiche ed il petrolio che ancora abbondante esce da quei territori erano  una motivazione “buona e giusta” e facevano chiaramente gola.

Oggi sempre più di frequente ci si imbatte nella penosa conta dei cadaveri che popolano il canale di Sicilia ed il Mediterraneo. Qualche giorno fa la sciagura più triste di tutti i tempi. Circa 800 morti, oggi probabilmente già dimenticati e finiti nel tritacarne della politica nostrana che si occupa della Legge Elettorale, ma non riesce ad andare oltre qualche sparuto ed ormai ridicolo minuto di silenzio. Questi morti sono il risultato più che prevedibile e già previsto quando venne abbandonato Mare Nostrum per fare spazio all’insipiente missione Triton sotto l’egida UE. Eppure, allora, tronfi e gongolanti Renzi ed Alfano annunciavano la fine di Mare Nostrm come una liberazione, la fine di una costosa operazione che mai come allora aveva dato al nostro paese un po’ di lustro ed ai nostri connazionali un po’ di orgoglio di appartenere ad un paese che “restava umano”. Invece nell’ottica della normalizzazione, qualcosa che inseguiamo da almeno vent’anni, da che ci dicono che il paese ha bisogno di riforme, si è deciso di rinunciare a salvare vite umane e si è deciso di comportarci come ignobili  e disumani abbandonando ad un destino di morte certa i profughi ed i migranti.

Qualche tempo fa, su questo blog abbiamo già avuto modo di commentare in modo aspro e certamente senza mezzi termini la ignobile miopia che alberga nelle persone che governano il nostro paese

Lascia realmente interdetti pensare che una persona pur con poco sale in zucca possa pensare alle soluzione della eliminazione dei barconi come modus operandi per eliminare il problema dell’immigrazioone. Oggi con un gesto di questo tipo, che è una dichiarazione di guerra in piena regola, ma molti forse non lo sanno e nemmeno i ministri, non si leniscono e non si intaccano in alcun modo le ragioni per cui chi fugge da paesi in guerra possa smettere di farlo. L’affondamento di un barcone oggi e l’eliminazione di qualche scafista porta semplicemente alla cattura di qualche pesce piccolo che non scalfisce per nulla il business terribile di chi traffica con gli esseri umani. Non attraversa il Mare colui che ha intascato il prezzo salato della traversata pagata dai profughi. Il pesce piccolo cadrà anche nella rete, ma lo schiavista che sta a capo delle organizzazioni dei trafficanti non viene nè individuato nè catturato.

Non si contribuisce a far terminare i conflitti in quei paesi dove chi fugge non ha alternative. Strumento diverso sarebbe forse quello di far terminare il traffico di armi e forse qui il nostro premier potrebbe fare qualcosa visto che si fa ambasciatore del Made in Italy nel mondo e visto che l’esportazione di armi da parte del nostro amato stivaletto è stimabile nell’ordine di oltre 2,9 miliardi di euro nel 2012 e nonostante le crisi di oltre 2,7 miliardi di euro nel 2013.

Forse chi osserva i migranti solo con lo sguardo irrequieto e sospettoso non pensa ad una cosa. Chi lascia le terre dove è nato è di fronte ad un bivio. Un bivio drammatico e tragico: può rimanere in patria ed accettare consapevolmente il proprio ineluttabile destino di morte oppure può scegliere di rischiare di morire attraverando il canale di Sicilia. Ora credo che ognuno di noi, anche Renzi, Alfano, Santanchè, Sallusti, Borghezio e Salvini, tra la certezza della morte ed il rischio della morte propenderebbe per la seconda ipotesi. Vedete alternative ??

Mi pare che nelle scelte italiane proposte all’Unione Europea, e nelle consuetudini della stessa unione di cui i bombardamenti ai barconi sulle coste libiche fanno parte, vi sia un po’ quell’adagio che un grande scrittore che ci ha lasciato qualche settimana fa, Eduardo Galeano, diceva relativamente alla povertà. Il mondo ha deciso di eliminare la povertà e lo farà nel modo più diretto e forte: eliminando direttamente i poveri.

Lo stesso Galeano scrisse in uno dei suoi libri più belli “A testa in giù. La scuola del mondo alla rovescia” una frase iù che mai identificativa del nostro mondo occidentale e sviluppato: “Il neoliberismo è l’espressione più efficiente del crimine organizzato”.

Verrebbe voglia di riconsegnare ogni documento di identificazione nazionnale e rinunciare alla nazionalità italiana.

 

 

Annunci

0 Responses to “La realtà ben oltre ogni più tetra immaginazione”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Rifondazione c’è!

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

Calendario delle pubblicazioni

aprile: 2015
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
Annunci