CASA DELLA SALUTE: CHI L’HA VISTA?

Puzzle

All’altezza del numero civico 50 di via Cavour a Senago una recinzione chiude un edificio quasi ultimato da diversi anni, ma mai utilizzato.

E’ la Casa della Salute, una struttura che avrebbe dovuto ospitare la terza farmacia comunale, ambulatori specialistici e spazi per la riabilitazione: un polo per la sanità pubblica a Senago.

La Casa della Salute, in edificio di proprietà comunale, fu voluta e (quasi) realizzata dall’Amministrazione Chiesa (2004-2009), che affidò la gestione dei lavori e la realizzazione della struttura all’Azienda Speciale Multiservizi; questa, dopo aver effettuato le lunghe procedure di legge per l’assegnazione ed avvio dei lavori e concordato con la Banca un idoneo finanziamento specifico (non mutuo), concordò anche con la Clinica San Carlo (unica ad accettare l’opportunità) la collocazione al secondo piano di una serie di sue strutture ambulatoriali e riservò il piano terra alla terza farmacia pubblica, da tempo attesa ed autorizzata in Senago.

La convenzione con la Clinica San Carlo prevedeva il pagamento di un affitto che andava a coprire, nell’arco di alcuni anni, le spese sostenute dalla Multiservizi stessa; inoltre la terza farmacia pubblica in posizione così strategica metteva la Multiservizi in condizione di maggiori ricavi e soprattutto di incrementare e meglio organizzare il proprio personale, dando di conseguenza migliori servizi ai senaghesi.

Nel 2009, con l’avvento dell’Amministrazione di centrodestra, tutto magicamente si fermò a soli due-tre mesi dal termine dei lavori. La Giunta di centrodestra guidata dalla sindaca Franca Rossetti, inseguendo una promessa elettorale del partito di (estrema) destra denominato Lega Nord, impose, con un mix di incompetenza e miopia, al nuovo presidente della Multiservizi appena nominato dalla Rossetti, di far spostare  la terza farmacia nel quartiere Mascagni, cosa peraltro poi mai realizzata in quanto risultata impossibile. Questo stop e l’empasse successivo mise in crisi il funzionamento di tutto il progetto; anche l’impresa edile che avrebbe dovuto ultimare a breve i lavori fallì.

E oggi? Dopo 4 anni la terza farmacia non è mai stata realizzata in alcun luogo, con danno agli abitanti di Senago e alla Multiservizi stessa, e la Casa della Salute non è mai stata aperta; l’edificio versa  ormai in uno stato di abbandono che fa dubitare che si possa recuperarne facilmente l’uso, a fronte dei debiti tuttora pendenti sulla Multiservizi.

Queste le gravissime responsabilità politiche ed erariali del centrodestra che dis-amministrò il Comune di Senago e pose suoi uomini “di fiducia” a guida della Multiservizi; questi ultimi, tra litigi e dimissioni vere e fasulle, rimasero in carica anche durante l’anno di commissariamento, peggiorando solo le cose e la mala gestione del problema.

Oggi, per fortuna, quella Giunta e quel CdA della Multiservizi non esistono più e Senago è amministrata dalla Giunta Fois. Nel programma elettorale delle forze politiche che la sostengono si legge che verrà completata la Casa della Salute, ma la cittadinanza è però ancora in attesa di un segnale credibile per il mantenimento di questa promessa, a quasi un anno dalle elezioni che hanno visto l’insediamento del nuovo Sindaco. Questi, nell’ottobre 2012, nominò il Presidente ed il Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale Multiservizi, ma non si vede ancora alcun mutamento nella situazione.

Eppure c’è molto da fare, se si vuole arrivare alla promessa apertura della Casa della Salute. Questa è ancora una necessità: Senago è priva di una struttura ambulatoriale pubblica (od ad essa assimilabile): mancano ambulatori diagnostici e specialistici, palestre riabilitative, ambulatori infermieristici, …

Gli sforzi, dopo 4 anni di incuria, incapacità e disastri saranno notevoli: revisione e restauro della struttura, rinegoziazione con San Carlo, studio della nuova normativa vigente sulle farmacie, ridiscussione con le banche, nuova stima di costi e ricavi, riavvio delle pratiche per la terza farmacia pubblica, ridefinizione dell’organizzazione del personale Multiservizi per le future aumentate esigenze, …

Ma questi sforzi vanno affrontati, non si può trascurarli se si vuole veder realizzato il programma elettorale, a meno che qualcuno in amministrazione o in giunta remi già contro.

Cosa dice la Multiservizi? Cosa le impone ora la Giunta? Che strumenti hanno scelto per arrivare a completare e riattivare le strutture della Casa della Salute e della terza farmacia? Quando hanno intenzione di avviare i servizi ai cittadini?

…il tempo non aspetta, e i cittadini ricordano le promesse…

Annunci

0 Responses to “CASA DELLA SALUTE: CHI L’HA VISTA?”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rifondazione c’è!

Proposta di legge di iniziativa popolare: FIRMA anche TU!

SinistraSenago: per la Senago che vogliamo!

Massimo Gatti: consigliere della provincia di milano

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 8.172 follower

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

PETIZIONE: “NO VASCHE”

Firma anche tu la petizione "NO VASCHE" promossa dal COMITATO SENAGO SOSTENIBILE. Clicca sull'immagine
Elezioni 2012

Calendario delle pubblicazioni

maggio: 2013
L M M G V S D
« Apr   Giu »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031