I saggi scoprono la povertà

PFerrero

I saggi scoprono la povertà. Ma non cosa la provoca. Ferrero (prc) : Disdetta unilaterale Fiscal Compact

“La crisi finanziaria globale del 2007-2008 e le recessioni che ne sono conseguite hanno inferto un colpo grave a un organismo già debilitato. In questo modo non è diminuito solo il reddito, ma la qualità della vita di milioni di persone. Ne discende la principale emergenza che ci troviamo oggi ad affrontare: quella del lavoro e della conseguente crescita della povertà. Oggi in Italia hanno un lavoro, anche solo precario, 56 persone su 100 tra i 15 e i 64 anni. In Francia sono 64, in Germania 73. Su 100 giovani fra i 15 e i 24 anni, in Italia lavorano in 17, in Francia 28, in Germania 47. E’ a rischio di povertà ed esclusione sociale il 28,4% dei residenti nel nostro Paese”. Questo quanto scrivono i 10 saggi nominati da Napolitano. Anche loro finalmente hanno scoperto la povertà. Parole queste che arrivano fuori tempo massimo, e che sono inserite in una serie di proposte che sono tra loro inapplicabili dato che di fatto non mettono in discussione i trattati che l’Europa impone al nostro paese. A commentare le parole dei Saggi è intervenuto il segretario del PRC Paolo Ferrero. “Quanto detto dai ‘dieci saggi’ – dice Ferrero – a proposito dei milioni di italiani a rischio povertà non fa altro che confermare l’urgenza di quanto abbiamo denunciato da tempo e nello specifico pochi giorni fa in una lettera aperta al Presidente della Camera Laura Boldrini. Il Parlamento, invece che continuare a perdere tempo in manovre di palazzo, si occupi della drammatica situazione economica e dell’occupazione, frutto delle scellerate politiche di Monti. Per questo abbiamo chiesto che la Camera discutesse subito di questi temi e che Grillo, Bersani, Berlusconi e gli altri, invece di continuare a chiacchierare, definissero ora le loro proposte concrete. Noi ne abbiamo alcune precise: disdettare il Fiscal compact, istituire subito il reddito minimo per disoccupati e precari, tagliare pensioni e stipendi d’oro per alzare i salari e le pensioni più basse, fare una tassa sui grandi patrimoni”.

12/04/2013 18:50 | POLITICAITALIA

(Da Controlacrisi.org)

Annunci

1 Response to “I saggi scoprono la povertà”


  1. 1 giacomo54 aprile 14, 2013 alle 12:28 pm

    E da non so quanto tempo (sembra un secolo) che ci rifilano dati e considerazioni sulla situazione drammatica che stiamo vivendo e che ci aspetta x il futuro, mi sta venendo la nausea, ma di fatto purtroppo, al di là della denuncia, concretamente non fanno niente, non c’è un minimo di sentore di cambiamento, tutto continua andare avanti come prima e nelle stesse logiche. Tutti vecchi e nuovi continuano a “giocare” come se fossero ancora in campagna elettorale, pronti magari a nuove elezioni.
    Che almeno si tolgano questa maschera di ipocrisia e senza perdere altro tempo vadano da subito alle elezioni anticipate. Tutto il resto è solo noia.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rifondazione c’è!

Proposta di legge di iniziativa popolare: FIRMA anche TU!

SinistraSenago: per la Senago che vogliamo!

Massimo Gatti: consigliere della provincia di milano

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 8.170 follower

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

PETIZIONE: “NO VASCHE”

Firma anche tu la petizione "NO VASCHE" promossa dal COMITATO SENAGO SOSTENIBILE. Clicca sull'immagine
Elezioni 2012

Calendario delle pubblicazioni

aprile: 2013
L M M G V S D
« Mar   Mag »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930