No Tav, straordinaria partecipazione alla marcia da Susa a Bussoleno

no tav

“Non faccio mai numeri, ma sono rimasto impressionato, e’ la manifestazione piu’ grande che abbia mai visto”. Almeno 80 mila persone hanno partecipato oggi pomeriggio alla grande marcia da Susa a Bussoleno contro la Tav. Alberto Perino, uno dei leader dei No Tav, che stamattina ha accompagnato la delegazione di parlamentari nell’ispezione del cantiere, proprio non ce la fa a nascondere l’entusiasmo. “Considerando che da fuori saranno venute circa 5.000 persone e che in valle ne abitano circa 60mila – aggiunge – si capisce quanto grande e’ stata la partecipazione dei valsusini. Per la prima volta ho visto persone che non avevano mai sfilato prima e che nemmeno mi sarei aspettato”, ha concluso Perino.

“La situazione e’ cambiata – ha sottolineato Lele Rizzo, uno dei portavoce del. Movimentoi No Tav – un terzo dei parlamentari che oggi siedono in Parlamento sono No Tav, e’ chiaro che le nostre ragioni sono condivise, quel cantiere e’ uno spreco di denaro, sta a noi portare avanti il progetto di liberare la valle, quel cantiere puo’ essere smontato sta a noi farlo “. Una riflessione condivisa da un altro dei leader del Movimento, Alberto Perino che dopo aver ribadito la straordinarieta’ della manifestazione, ha aggiunto “quest’opera va bloccata, ma sara’ possibile farlo solo se dietro di noi ci sara’ la gente, siamo la speranza per l’Italia e Al corteo, quasi interamente sotto la pioggia, hanno partecipato tante delegazioni da tutta Italia dove sono in atto lotte contro le grandi opere ed anche contro le installazioni militari, come No Muos o No Dal Molin. Proprio questi hanno srotolato uno striscione in invitano tutti a partecipare alla mobilitazione in programma il 4 maggio

Anche dall’Europa arrivano segnali di incoraggiamento. Alcuni deputati europei invitano alla partecipazione alla manifestazione ‘Difendi il tuo futuro’, “al fine di dare una risposta ai bisogni reali delle persone che li vivono e una prospettiva sostenibile per il trasporto alpino”. I deputati denunciano anche la crescente evidenza di conflitti d’interesse intorno al progetto del tunnel e la militarizzazione persistente di tutta la Val di Susa”. La petizione è stata firmata da Jose Bove’, vice-presidente della Commissione Agricoltura PE, Isabelle Durant, Vice Presidente del parlamento Europeo, Michael Cramer, capogruppo commissione trasporti Verdi europei, Eva Lichtenberger, MPE, Heide Ruhle, MPE, Raul Romeva, MPE, Bart Staes, vicepreseidnete commissione controllo di bilancio del PE e Karim Zeribi, commissione trasporti Europe Ecologie Les verts. ”L’opposizione alla nuova linea e il tunnel transfrontaliero e’ rilevante e organizzata da anni in Italia, e piu’ di recente in Francia, dove vi e’ una crescente consapevolezza della necessita’ di soprassedere al progetto del tunnel di base dopo la pubblicazione delle gravi obiezioni sollevate dalla Corte dei conti Francese – continua la nota -.A livello europeo, la nostra proposta e’ semplicemente di togliere il tunnel della Valsusa dalla lista dei progetti che dovrebbero essere finanziati con fondi comunitari; e’ per noi infatti chiara la mancanza di priorita’ e l’insostenibilita’ del progetto”.

Hanno aderito alla manifestazione contro la Tav anche Rivoluzione civile e Rifondazione comunista. Il movimento fondato da Antonio Ingroia “risponde alla chiamata nazionale dei NoTav che vogliono chiudere una volta per tutte la questione sull’Alta velocità in Val di Susa e opporsi alla realizzazione della contestata linea. I rivoluzionari civili sfileranno con le nostre bandiere, con l’auspicio che il movimento No Tav si slarghi sempre di più senza opposizioni e preclusioni nei confronti di nessuno, nè dei parlamentari di Movimento 5 Stelle e neppure degli esponenti del Pd, che hanno apertamente preso posizione”. Per Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione comunista “saremo nuovamente in Val di Susa, dalla parte della popolazione valsusina, per ribadire ancora una volta – dice – il ‘no’ che diciamo dall’inizio degli anni ’90 a quest’opera inutile e dannosa per l’ambiente e il territorio, a quest’enorme e vergognoso spreco di denaro pubblico”.

23/03/2013 19:46 | CONFLITTIITALIA | Autore: fabio sebastiani (Da  Controlacrisi.org)

Annunci

0 Responses to “No Tav, straordinaria partecipazione alla marcia da Susa a Bussoleno”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rifondazione c’è!

Proposta di legge di iniziativa popolare: FIRMA anche TU!

SinistraSenago: per la Senago che vogliamo!

Massimo Gatti: consigliere della provincia di milano

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 8.172 follower

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

PETIZIONE: “NO VASCHE”

Firma anche tu la petizione "NO VASCHE" promossa dal COMITATO SENAGO SOSTENIBILE. Clicca sull'immagine
Elezioni 2012

Calendario delle pubblicazioni

marzo: 2013
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031