Il v(u)oto utile, quello inutile, i futili idioti ed i soliti stronzi (Quarta parte)

Le elezioni si avvicinano e con la campagna elettorale che volge al termine la questione “voto utile” diviene una sottile battaglia psicologica nella quale ognuno piega la logica a proprio uso e consumo. Si finisce con il leggere alcune affermazioni degne di un reparto psichiatrico. La sindrome bipolare e lo sdoppiamento della personalità condite da acuti attacchi di schizofrenia la fanno ormai da padrone. Ora sappiamo quanto insistentemente il candidato Pierluigi Bersani abbia spinto sull’acceleratore per definire l’utilità del voto al PD e l’inutilità del voto alla lista di Rivoluzione Civile. Su questo sarebbe bene ricordare quello che altri hanno già affermato e cioè che “non esistono voti inutili !” semplicemente perché qualora esistessero significherebbe svilire il senso civico di ogni cittadino.

Se esistesse il voto utile esisterebbe anche quello inutile ed esisterebbe di conseguenza l’elettore inutile. L’articolo 48 della Costituzione Italiana invece recita così: “Il voto è personale libero, eguale, segreto e il suo esercizio è un dovere civico che non può essere limitato”.

bersenzi

A dar manforte al vecchio rivale, giunge anche il giovane Matteo Renzi, quello che durante le primarie divideva il popolo degli elettori PD a lui favorevoli e a lui contrari  in NOI  e LORO, a sottolineare ulteriormente come la situazione vedesse ormai la convivenza di due partiti in uno solo.  Oggi anche Renzi sembra usare gli stessi argomenti di coloro i quali fino a pochi giorni fa voleva rottamare. Infatti Renzi, come Finocchiaro, D’Alema, Veltroni e lo stesso Bersani sono tutti sullo stesso carro e nel medesimo coro intonano la solita gracchiante e stonata canzone che il voto a Rivoluzione Civile farebbe vincere Silvio Berlusconi ed il centrodestra. Addirittura si arriva a dire che, o si vota Partito Democratico oppure tutti gli altri voti equivalgono ad un sostegno al mafioso di Arcore (definizione di Bossi Umberto da Cassano Magnago).

Probabilmente anche la vicenda del Monte dei Paschi di Siena ha creato nervosismo nell’ambiente del probabile futuro Presidente del Consiglio ed i fatidici sondaggi hanno iniziato a registrare dati non sempre incoraggianti. Ed allora tra minacce di sbranamenti a chi metteva in discussione l’onorabilità del Partito Democratico e banche sbranate davvero ecco che sembra più utile e dilettevole tornare alla vecchia trita e ritrita litania del voto utile.  Il festival dell’incoerenza delle dichiarazioni su MPS ha visto il meglio quando nei giorni scorsi Bersani si sbracciava affermando che: “Le banche fanno le banche e noi facciamo politica e non siamo per niente coinvolti nella vicenda !” D’Alema di par suo ripeteva invece che orgogliosamente era stato proprio il PD a pretendere che venisse cambiato il CdA di MPS. Sembrava riecheggiare l’intercettazione di Piero Fassino che anni fa con Consorte ridacchiava via etere dicendo: “Ma allora abbiamo una banca ?” In realtà Unipol-BNL sarebbe stata la seconda, visto che MPS era già il giocattolo di casa.

Insomma decidetevi ! O contate qualcosa oppure non contate nulla in MPS e quindi lasciate che le cose facciano il loro corso, anche quello giudiziario…

travaglio

Altri illustri commentatori come Marco Travaglio si sono recentemente cimentati con le continue farneticazioni secondo cui si vogliono vedere assorbiti nel centrosinistra tutti i voti “non di destra”. Ebbene sarebbe anche utile che venisse spiegato all’elettorato per quale ragione, coloro i quali si ritengono l’unica alternativa al berlusconismo abbiano trascorso gli ultimi 14 mesi a sostegno del Governo Monti dove convivono contemporaneamente, facendo convergere il proprio voto sugli stessi provvedimenti, tanto il Partito Democratico quanto il Popolo delle Libertà, l’Unione di Centro e Futuro e Libertà per l’Italia.

Qualcuno obietterà che si trattava di una situazione di emergenza nazionale e che un governo tecnico non ha colore. Ebbene il colore delle decisioni prese lo abbiamo invece visto ed abbiamo avuto modo di capire cosa possa attendere gli italiani che avranno in sorte, dopo queste elezioni, un probabile governo Bersani-Monti.

Gli esodati ancora oggi ringraziano !!!!

Ma sembra ancor più sottile la battaglia psicologica che si combatte tra Mario Monti  e Pierluigi Bersani. Ogni giorno sembra che le schermaglie per fingersi avversari debbano superare il bon ton istituzionale. Tutto poi si ricuce. Ognuno cerca di marciare separatamente dall’altro per poi unire i rispettivi voti e i propri consensi dopo il 25 febbraio. In un impeto di onnipotenza o forse di disperazione Bersani avrebbe detto o forse twittato: Ma quale sinistra è quella che fa vincere la destra ?”

Risposta lapidaria di Antonio Ingroia sempre via twitter: “La tua !”

Ora sarebbe opportuno capire per quale ragione una lista come Rivoluzione Civile che presenta un proprio programma fortemente alternativo a tutto quello che viene indicato e va per la maggiore tra le altre coalizioni si dovrebbe sentire additata come fiancheggiatrice delle destre. Se pensiamo ai favori compiuti alla destra berlusconiana proprio dal centrosinistra può tornare alla mente la mancata legge sul conflitto di interessi mai messa in agenda per avendo governato per circa 7-8 anni degli ultimi 20. Si può pensare alle tante missioni militari, non ultima la guerra in Mali, votate e finanziate lautamente da Bersani e da tutto il PD. Tutto questo sta ancora lì a dimostrare ed in modo paradigmatico come oggi vi sia una continuità di fondo tra centrodestra e centrosinistra che deve certamente preoccupare.

E non bastano certo i distinguo dell’ultima ora sugli F-35 votati e voluti anche da Prodi e D’Alema in tempi non sospetti. Abbiamo già parlato di Veltroni e delle candidature nel solco del “ma anche…” e non ci dilungheremo nel sottolineare chi negli ultimi anni il centrosinistra di governo ha più giovato alla destra piuttosto che adoperarsi per una politica vicina ai valori storici della sinistra come il lavoro, la scuola e la sanità pubblica, i diritti sociali e civili e tanto altro ancora.

Ed il dramma psicologico sembra continuare con Bersani che ogni qualvolta si affaccia sui teleschermi per spiegare la propria linea programmatica l’elettorato si comporta come il Mar Rosso di fronte a Mosè.

Si passa ormai alla ripicca bella e buona: Bersani avrebbe detto “ci vogliono impedire di vincere”, ma ci sembra quasi tautologico affermare che lo scopo delle elezioni, di ogni elezione che si rispetti è quello di fare il possibile, legalmente si intende, per vincere, e quindi di conseguenza per non far vincere gli avversari. Oggi Bersani sembra scoprire tutta questa cattiveria da parte dei suoi competitors. Avversari che lo stesso PD ha alimentato per tutti questi ultimi 14 mesi con un sostegno pressoché illimitato ed incondizionato.

Chi è causa del suo mal…

Annunci

0 Responses to “Il v(u)oto utile, quello inutile, i futili idioti ed i soliti stronzi (Quarta parte)”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rifondazione c’è!

Proposta di legge di iniziativa popolare: FIRMA anche TU!

SinistraSenago: per la Senago che vogliamo!

Massimo Gatti: consigliere della provincia di milano

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 8.172 follower

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

PETIZIONE: “NO VASCHE”

Firma anche tu la petizione "NO VASCHE" promossa dal COMITATO SENAGO SOSTENIBILE. Clicca sull'immagine
Elezioni 2012

Calendario delle pubblicazioni

febbraio: 2013
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728