Il v(u)oto utile, quello inutile, i futili idioti ed i soliti stronzi (Terza parte)

Ancora ci pare di ricordare, o comunque si narra nelle terribili notti di plenilunio, la storia di una campagna elettorale di qualche anno fa. Non troppo distante né nello spazio e nemmeno nel tempo. Si trattava di andare a votare nel 2009 per il ballottaggio per l’elezione del Sindaco di Senagh, dal latino Sanacum, cioè luogo salubre, ma questo era molto tempo fa, decisamente prima che qualcuno decidesse che nel piccolo comune si dovessero costruire delle vasche di laminazione per il contenimento delle acque putride e luride di un fiume che tutti i comuni lambiva, tutti i comuni fuorchè Senagh, per l’appunto.

Senagh era un piccolo comune alle porte di Milano, un comune che confinava, ma forse confina ancora a sud con Bollate, ad ovest con Garbagnate Milanese e Cesate, a nord con Limbiate ed invece a est con Paderno Dugnano. Nel piccolo comune (ventimila abitanti più o meno), il primo turno di elezioni comunali si era concluso con la vittoria del sindaco uscente tale Enrico Parrocchia, espressione di un centrosinistra formato da liste civiche , da Italia dei Valori e da generici zozzi comunisti, probabilmente gli ancestrali abitanti delle putride acque di cui sopra. Il primo turno di votazione aveva sancito inoltre l’esclusione dal ballottaggio, in quanto meno votato tra tutti i contendenti, del candidato del Partito Democratico, un certo Gianfranco Sale, che in quella occasione decise di fare corsa da solo. In effetti il PD, in quei tempi guidato da Rocco Brillante, si sentiva ormai poco affine agli altri partiti di centrosinistra.

Capitò che il candidato della Lega Nord, Riccardo Barbaro, anch’egli escluso dal turno di ballottaggio perché classificatosi terzo dopo il primo turno di elezione, si accordasse al secondo turno con la candidata del centrodestra senaghese Franca Bianchetti Ombretti, giunta per pochi voti alle spalle del sindaco uscente. Si costituì così ufficialmente il cosiddetto apparentamento.

Ebbene ragionando di voto utile in voto utile la logica e la matematica bersaniana, traslate nel piccolo paese di quei giorni, avrebbero voluto ed avrebbero dovuto suggerire che il secondo turno utilmente vedesse gli elettori ed i militanti ed anche perché no i dirigenti locali del Partito Democratico esprimere una indicazione di voto favorevole al sindaco uscente. Insomma per non favorire Berlusconi. Niente di più, niente di meno. 

Invece, dati alla mano e testimonianze telefoniche all’orecchio, raccontano di una grande attività e di un notevole fermento all’interno del PD per traghettare voti, i propri voti e quelli dei propri elettori, transitoriamente per il solo turno di ballottaggio delle elezioni comunali verso il centrodestra. Fu così che si registrò la vittoria dell’alleanza di centrodestra e probabilmente con il decisivo apporto dei “democratici” e fu così che il PD iniziò ad esercitarsi nell’aiuto a Berlusconi, ma pare che allora di tutta questa storia Bersani, Veltroni, Franceschini, D’Alema, Bindi, Finocchiaro ed altri dirigenti nazionali di quel partito non si accorsero.

Se aggiungiamo l’aggravante che in un voto di ballottaggio partecipano solo i primi due contendenti e che la propria opzione politica viene esclusa dal regolamento elettorale quando non ci si classifica al primo oppure al secondo posto diviene chiara l’operazione condotta nel piccolo paese di Senagh.

Che volete che sia mai ? Si tratta solo di storie da piccolo paese ! E forse anche solo di frutto della fantasia perversa e malata di qualche maligno. Vecchie leggende metropolitane, parto della fantasia degli Zozzi (i comunisti di cui sopra, nemmeno lontani parenti dei più simpatici elfi e degli spassosissimi gnomi). Comunque sono  cose che non si raccontano più nemmeno ai bambini per non farli addormentare con il rischio che vengano poi assaliti dagli incubi notturni.

Annunci

0 Responses to “Il v(u)oto utile, quello inutile, i futili idioti ed i soliti stronzi (Terza parte)”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rifondazione c’è!

Proposta di legge di iniziativa popolare: FIRMA anche TU!

SinistraSenago: per la Senago che vogliamo!

Massimo Gatti: consigliere della provincia di milano

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 8.172 follower

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

PETIZIONE: “NO VASCHE”

Firma anche tu la petizione "NO VASCHE" promossa dal COMITATO SENAGO SOSTENIBILE. Clicca sull'immagine
Elezioni 2012

Calendario delle pubblicazioni

gennaio: 2013
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031