I PRIMI 100 GIORNI DI MONTI

Monti, 100 giorni di Governo e li dimostra tutti. Prc: Peggio di Berlusconi, oggi nessuna opposizione!

Sono passati precisamente 100 giorni dall’incoronazione di Mario Monti. Ricordate? All’improvviso viene fatto Senatore a Vita dal Presidente Napolitano, che lo promuove ‘salvatore della Patria’ subito dopo facendolo digerire a destra e a sinistra. Tutti d’accordo: è lui l’uomo giusto per uscire dalla crisi. In 100 giorni ha fatto di tutto e di più, l’ha raccontato nel dettaglio anche in un rapporto appena pubblicato (SCARICA QUI). Con formule ingannevoli, come ‘Salva Italia’ o ‘Cresci Italia’, ha fatto una manovra di austerità senza precedenti, una riforma delle pensioni e oggi si appresta a dare il colpo di grazia al mondo del lavoro, precarizzandolo e svuontandolo di diritti e tutele, come l’articolo 18. Avrebbe portato equità, giustizia sociale e ci avrebbe addirittura fatto uscire dalla crisi. I risultati sono: più disoccupazione, più disuguaglianze, più crisi (siamo in recessione!).

Nel mondo politico si sprecano le parole di elogio nei confronti di questo esecutivo, mentre sono poche le voci che dicono come stanno effettivamente le cose. Tra queste c’è quella di Paolo Ferrero, sergretario nazionale Prc, che afferma: «Il rapporto sui primi 100 giorni del governo è un’operazione di propaganda che dimentica i sacrifici chiesti a lavoratori e pensionati italiani: questa è la cifra del governo “tecnico”. L’esecutivo aveva come obiettivi giustizia sociale e uscita dalla crisi: e invece ha realizzato ingiustizia sociale e aggravato la crisi con i suoi provvedimenti. Ha fatto peggio di Berlusconi, perché almeno lui aveva un’opposizione mentre ora Monti parla e agisce “a reti unificate”. L’elemento portante di questi primi cento giorni è costituito dall’attacco alle pensioni e dai tentativi di smantellamento dei diritti dei lavoratori, dall’articolo 18 alla cassa integrazione. Oltre alla mancanza di una tassa sui grandi patrimoni, al taglio delle grandi opere inutili e all’assenza di provvedimenti in favore di precari e disoccupati. Altri cento giorni così sono una prospettiva drammatica per il Paese: la recessione peserà sempre di più sui lavoratori».

(Da Controlacrisi.org 25/02/2012))

Annunci

0 Responses to “I PRIMI 100 GIORNI DI MONTI”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Rifondazione c’è!

Proposta di legge di iniziativa popolare: FIRMA anche TU!

SinistraSenago: per la Senago che vogliamo!

Massimo Gatti: consigliere della provincia di milano

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 8.170 follower

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

PETIZIONE: “NO VASCHE”

Firma anche tu la petizione "NO VASCHE" promossa dal COMITATO SENAGO SOSTENIBILE. Clicca sull'immagine
Elezioni 2012

Calendario delle pubblicazioni

febbraio: 2012
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829