“Quand che la merda …”

Finisce qui, nel 2011, la breve e “fulgida” epoca di una ex sindaca di centrodestra.

Ancora prima della rovinosa caduta della ex giunta Rossetti il Comune aveva collocato dei cartelli stradali con la scritta Senagh”, per segnalare allo “straniero” l’ingresso nel paese. Una scelta dialettale che voleva forse dimostrare l’orgoglio territoriale del padano e magari il suo noto pregiudizio verso l’estraneo, o è solamente incapacità  politica nell’amministrare la cosa pubblica, che porta a spendere i soldi dei cittadini a vanvera invece di usarli con giudizio per chiudere le buche nelle strade di Senago o “Senagh”.
Eppure e noto a tutti i cittadini che all’ingresso del nostro territorio esistono già dei cartelli con la scritta italiana, Senago, anche se pasticciati con adesivi padani.

Dopo la caduta della giunta Rossetti, la Lega Nord, il PDL, la Farfalla, l’UDC e Alleanza per Senago o “Senagh” cosa lasciano ai senaghesi? Una eredità molto pesante nel comune e nel paese: dalle buche nelle strade, alle erbacce sui marciapiedi, a un bilancio che nessuno vuole, un piano del governo del territorio che non c’è, la “Casa della Salute” già costruita ma non funzionante, la manutenzione dei  parchi inesistente. E per finire il problema più grave e che la regione Lombardia a dispetto dei No dei Cittadini e del Comitato Senago Sostenibile, insista ancora nel  suo progetto di due vasche di laminazione per contenere quattro milioni di metri cubi di acque luride, inquinate e inquinanti, provenienti dalle piene del torrente Seveso.

E stato distribuito un volantino firmato Lega Nord e Alleanza per Senago o “Senagh” dal contenuto che ricorda l’imbonitore di Arcore. Un volantino che rassicura i senaghesi, che possono stare tranquilli, con l’arrivo di una figura istituzionale come il commissario prefettizio che provvederà a fare ciò che la ex sindaca ha sempre bloccato, quelle scelte  amministrative fondamentali, come le manutenzioni stradali, e poi continua scaricando colpe sugli ex alleati di centrodestra, PDL, UDC, la Farfalla.

Comunque e illusorio far credere ai senaghesi  che da oggi fino alla prossima primavera, sarà il Commissario Prefettizio a risolvere i problemi lasciati insoluti dalla ex giunta Rossetti. E per  pur brava che sia il commissario non ha sicuramente la bacchetta magica.

Penso che i senaghesi “ringraziano” di cuore la ex sindaca e la sua ex compagine di centrodestra, per  il proficuo “SGOVERNO” del paese e per tutti quei risultati non raggiunti nel più breve tempo possibile, meglio di così non potevano fare.

In conclusione voglio citare un detto milanese.

Quand che la merda la munta l’scagn,
o la spussa o la fa dan

Tradotto (per chi non è di “Senagh”):

Quando la merda è troppa, o che puzza o che fa danno.

Ogni riferimento a fatti o persone e puramente casuale.

Annunci

0 Responses to ““Quand che la merda …””



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Rifondazione c’è!

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

Calendario delle pubblicazioni

luglio: 2011
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Annunci