Archivio per 8 marzo 2011

Il soppiantatore (Giacobbe)

Dopo essere stato eletto Presidente dell’Azienda Speciale Multiservizi Senago, Francesco Giacobbe (trad.: il soppiantatore – mai simile significato è stato più adeguato al ruolo) ha provveduto a cambiare il modo di pagamento delle refezioni scolastiche del nostro Comune.

Che il metodo lasciato in eredità dalla giunta precedente fosse migliorabile nessuno aveva dubbi. Ritardi nei pagamenti, avvisi mancati, anticipi forzosi per non esser morosi, potevano certo essere migliorati. Bastava per esempio un avviso pro tempore, peraltro mai attuato, ed ognuno sapeva come meglio regolarsi. Però questo metodo non andava contro i cittadini che potevano così pagare in molti modi quanto dovuto senza essere aggaravati da costi spesso imposti inopportunamente.

Costi che ora, col nuovo corso “Giacobbino”, si sono nuovamente avvicendati e tornano, come le stelle dopo un giorno di sole, ad illuminare il “vuoto” portafogli dei cittadini senaghesi.

E così, proprio stasera 8 marzo festa della donna, tornato a casa dal lavoro, apro la casella della posta e trovo l’avviso di pagamento per la refezione scolastica del figlio.

Uno scarno bollettino dove viene indicato il resoconto dei pagamenti da effettuare per il mese di gennaio senza nemmeno elencare le presenze e quindi dare la possibilità di controllare eventuali errori commessi da parte degli stessi servizi.

Gennaio? Ma siamo a marzo. Guardo la scadenza per il pagamento ed indica 5 marzo. “Ma come 5 marzo” mi dico, “l’avviso è arrivato solo oggi che è l’8 marzo!” Sono moroso verso un ente pubblico! E’ grave.

Ma allora, penso, vuol dire che l’8 agosto dovremo pagare il bollettino di giungo che scadeva (o scadrà) il 5 agosto? Mi gira la testa.

Guardo meglio ed il secondo foglio elenca i metodi di pagamento. “IL BOLLETTINO PUO’ ESSERE PAGATO PRESSO QUALSIASI BANCA”, e sotto viene presentato il modello da consegnare presso qualsiasi banca. Null’altro. Nessuna informazione e nessun’altra indicazione. Si, da pagare in BANCA, presso una qualsiasi associazione di lucro riconosciuta dallo stato.

Riassumiamo. Mi arriva a casa un avviso, dal costo di €.1,28 (più il 15% di IVA), che mi intima di pagare la refezione scolastica già scaduta da tre giorni (?) presso un qualsiasi sportello bancario dove, non essendo le banche opere di beneficienza, dovrò versare un determinato quanto inaspettato COSTO DI OPERAZIONE (3 euro saranno sufficienti?).

Mancanza di comunicazione, incapacità di gestione, voluttuoso senso della burocrazia o meglio, ricerca del modo migliore per metterla i quel posto ai cittadini sudditi, in ogni caso l’ennesimo pasticcio di questa allegra brigata che è la giunta Rossetti.

Intanto, in attesa di tempi migliori, cittadini senaghesi, trovate il tempo di indignarvi, anche se “chi sem a SENAGH”.

 


Rifondazione c’è!

Luca Mercalli: PREPARIAMOCI

Calendario delle pubblicazioni

marzo: 2011
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031